Master Il Pianeta dei Chetoni - Livello Avanzato

Prezzo

149.00

Non ancora disponibile

  • Introduzione
  • Atleti e Soccombenti
  • Sovrappeso e Obesità
  • Malattie Infettive
  • Facoltà Cognitive
  • Invecchiamento e Alzheimer
  • Epilessia e Aritmie
  • Cancro
  • Se non ci siamo estinti durante i milioni di anni del Paleolitico, è grazie ai chetoni
  • Le proteine, i grassi animali di qualità e i chetoni, erano il substrato energetico chiave durante tutta la preistoria e il Paleolitico
  • A partire dalla Rivoluzione Agricola del Neolitico, i nostri antenati delle grandi Civiltà Fluviali (Egitto, Mesopotamia, Indo, Fiume Giallo) hanno scelto uno stile nutrizionale dominato dall’imperialismo di 3 cereali chiave: il frumento in Europa, il riso in Asia e il mais nelle Americhe
  • Le nostre cellule non sono adattate a utilizzare gli zuccheri come substrato energetico chiave
  • In particolare il cervello, il cuore e i muscoli utilizzano in modo molto più efficace gli acidi grassi
  • Il cervello, durante uno Stile di Vita Chetogenico, il digiuno prolungato (più di 3 giorni) e un esercizio fisico  di endurance, privilegia i chetoni rispetto al glucosio come substrato energetico
  • I Chetoni aumentano le prestazioni fisiche, cognitive e le percezioni sensoriali in modo impressionante
  •  in particolare il DBHB è la molecola chiave alla base delle tecniche di Biohacking del Ventunesimo secolo
  • Entrare in Stato Chetogenico Fisiologico è difficile, e proprio per questa ragione la disponibilità di Chetoni Esogeni è un affascinante passo avanti
  • I Chetoni Esogeni, associati a uno Stile di Vita Chetogenico, ci permettono di scoprire talenti e potenzialità di cui siamo dotati e che l’eccessivo consumo di zuccheri ha impedito per migliaia di anni di emergere

Sintesi dei Moduli:

Introduzione (1 Video 37:51)

Indicazioni principali dei Chetoni Endogeni e Esogeni

  1. Miglioramento dell prestazioni fisiche (Atleti e Soccombenti)
  2. Riduzione dell’appetito e contributo alla perdita di peso (Sovrappeso e Obesità)
  3. Modulazione della risposta infiammatoria e immunitaria alle Malattie Infettive (Malattie Infettive & Infiammatorie)
  4. Miglioramento delle Percezioni sensoriali e delle Facoltà cognitive (Facoltà Cognitive)
  5. Rallentamento dell’invecchiamento e prevenzione delle patologie associate all’età (Invecchiamento & Alzheimer)
  6. Prevenzione e terapia dell’epilessia – anche refrattaria alle terapie farmacologiche – e delle aritmie (Epilessia & Aritmie)
  7. Prevenzione e Terapia Metabolica del Cancro

Atleti e Soccombenti (4 Video 46:20 47:25 31:17 26:17)

L’uomo non è un calorimetro o una locomotiva a vapore – modelli energetici a un compartimento – ma una macchina ibrida dotata di due sistemi metabolici:

  • Vie del metabolismo del glucosio
  • Vie del metabolismo dei grassi e dei chetoni

Gli uomini sono dei cacciatori e dei maratoneti nati, le donne sono delle ricercatrici, delle cuoche e delle grandi esperte delle pratiche di cura

Nei  milioni di anni della Preistoria e del Paleolitico, il nostro corpo si è adattato a utilizzare le proteine e i grassi animali di qualità come substrato energetico ottimale

durante il periodo Paleolitico e le Ere Glaciali, ci siamo abituati a sopravvivere e a eccellere durante periodi prolungati di digiuno, grazie alla chetosi endogena fisiologica

Se non ci siamo estinti è grazie ai chetoni

i chetoni entrano in gioco in tutte le situazioni in cui cerchiamo di superare i limiti delle nostre prestazioni, come nelle corse di endurance, le scalate (la death zone dell’Everest), tutte le gare sportive e le sfide professionali

Nel Ventunesimo secolo assistiamo al tramonto della Pseudo-scienza della Fisiologia dello Sport, finanziata dai Ministeri della Difesa per migliorare le prestazioni del soldato medio, e alla nascita di una Nuova Fisiologia dell’Attività Fisica e dello Sport finalizzata a fare emergere le potenzialità nascoste in molti di noi e che gli zuccheri hanno finora soffocato

Sovrappeso e Obesità (3 Video 53:11 40:08 27:23)

In tutti i paesi industrializzati è in corso una spaventosa epidemia di sovrappeso e obesità che ha iniziato una impennata esponenziale con le Linee Guida per la Nutrizione e le scelte dei governi e delle industrie alimentari a partire dagli anni attorno al 1990

Noi non siamo adattati allo tsunami di zuccheri, fruttosio e derivati della soia transgenica che si è riversato sulle nostre tavole negli ultimi anni

Oggi una percentuale variabile e crescente di resistenza insulinica (dal 60 al 90% nei pesi industrializzati) causa un aumento esponenziale di tutte le malattie croniche che caratterizzano il Ventunesimo secolo

 

 

Malattie Infettive & Infiammatorie (1 Video 34:41)

Facoltà Cognitive (1 Video 42:55)

Invecchiamento e Alzheimer (1 Video 54:54)

Epilessia e Aritmie (1 Video 22:55)

Cancro (1 Video 16:12)