Master Il Pianeta dei Chetoni - Livello Base

Prezzo

99.00

  • Perché i chetoni
  • Ruolo chiave dei chetoni nella storia della vita
  • Ruolo chiave del digiuno
  • Sistemi energetici e macchine ibride
  • Dal fallimento di tutte le diete allo stile chetogenico
  • Se non ci siamo estinti durante i milioni di anni del Paleolitico, è grazie ai chetoni
  • Le proteine, i grassi animali di qualità e i chetoni, erano il substrato energetico chiave durante tutta la preistoria e il Paleolitico
  • A partire dalla Rivoluzione Agricola del Neolitico, i nostri antenati delle grandi Civiltà Fluviali (Egitto, Mesopotamia, Indo, Fiume Giallo) hanno scelto uno stile nutrizionale dominato dall’imperialismo di 3 cereali chiave: il frumento in Europa, il riso in Asia e il mais nelle Americhe
  • Le nostre cellule non sono adattate a utilizzare gli zuccheri come substrato energetico chiave
  • In particolare il cervello, il cuore e i muscoli utilizzano in modo molto più efficace gli acidi grassi
  • Il cervello, durante uno Stile di Vita Chetogenico, il digiuno prolungato (più di 3 giorni) e un esercizio fisico  di endurance, privilegia i chetoni rispetto al glucosio come substrato energetico
  • I Chetoni aumentano le prestazioni fisiche, cognitive e le percezioni sensoriali in modo impressionante
  •  in particolare il DBHB è la molecola chiave alla base delle tecniche di Biohacking del Ventunesimo secolo
  • Entrare in Stato Chetogenico Fisiologico è difficile, e proprio per questa ragione la disponibilità di Chetoni Esogeni è un affascinante passo avanti
  • I Chetoni Esogeni, associati a uno Stile di Vita Chetogenico, ci permettono di scoprire talenti e potenzialità di cui siamo dotati e che l’eccessivo consumo di zuccheri ha impedito per migliaia di anni di emergere

Sintesi dei 5 video:

Perché i Chetoni 41:56

In tutti i paesi industrializzati, è in corso una spaventosa epidemia di sovrappeso, obesità e malattie croniche che rappresentano altrettante manifestazioni della Resistenza Insulinica (vedi Figura)

Il consumo di zuccheri è passato da pochi grammi/persona/anno, a più di 80 kg/persona/anno

A partire dagli anni attorno al 1980, metà dello zucchero di canna o di barbabietola, è stato sostituito da sciroppi di cereali ricchi di fruttosio (HFCS) e di conseguenza oggi assistiamo a una epidemia di malattie da fruttosio (ipertensione, gotta, steatosi epatica non alcolica e altre)

Gli effetti patologici dell’attuale eccesso di zuccheri nella dieta (pane, pasta, pizza, birra e derivati della soia aggiunti ai precedenti) si manifestano a tutte le età (Vedi Figura)

Oggi assistiamo a un inquietante aumento dell’incidenza di sovrappeso, obesità e Resistenza Insulinica già nei bambini e nell’adolescenza

Lo Stile di Vita Low Carb (abbattere il consumo di zuccheri), e soprattutto lo Stile di Vita Chetogenico, sono la scelta più efficace per la prevenzione di tutte le malattie oggi epidemiche in tutti i paesi industrializzati

Ruolo chiave dei Chetoni nella Storia della Vita 36:02

Se non ci siamo estinti durante i milioni di anni del paleolitico, è grazie ai chetoni

Quando i nostri antenati cacciatori e raccoglitrici esaurivano gli animali e le piante selvatiche commestibili presenti nel loro ambiente, dovevano migrare, e durante gli spostamenti ci siamo abituati a periodi prolungati di digiuno in cui bruciavamo le nostre scorte di grasso e vivevamo in Stato Chetogenico

Per le donne i chetoni sono indispensabili durante tutta la gravidanza e sono un substrato energetico essenziale negli ultimi mesi, quando devono nutrire un feto in crescita esponenziale

Il parto avviene in Stato Chetogenico

Durante la lattazione, gli acidi grassi a catena corta e media sono ingredienti essenziali del latte materno

Di conseguenza, le donne passano alla Chetosi Fisiologica più facilmente degli uomini

Il bambino, nei primi anni di vita, ha il cervello protetto da ipoglicemia e ipossia grazie a elevati livelli di chetoni

La Chetosi Fisiologica (Acetone) previene le crisi epilettiche nel cervello immaturo dei bambini prima dei 6 anni

Ruolo chiave del Digiuno 51:26

Alcuni giganti della Storia della Medicina e della Nutrizione, hanno scoperto solo negli anni attorno al 1970, il ruolo chiave del digiuno nel metabolismo fisiologico dell’uomo

George Cahill ha scoperto che durante il digiuno prolungato, passiamo attraverso 5 fasi metaboliche distinte

Oliver Owen ha scoperto che durante il digiuno, il cervello smette di utilizzare il glucosio come substrato energetico, e inizia a utilizzare percentuali crescenti di chetoni, lattato, butirrato e altri acidi grassi a catena corta e media

Richard Veech ha dimostrato che le cellule del nostro cervello funzionano meglio quando bruciano chetoni, e preferiscono i chetoni allo zucchero (glucosio)

Sistemi energetici e Macchine ibride 37:08

Molti nutrizionisti, che ancora nel Ventunesimo secolo adottano i modelli teorici della Pseudo-scienza della Nutrizione e del Nutrizionismo dei governi (Linee Guida per la Nutrizione), a partire dall’inizio dell’Ottocento, sono convinti che l’uomo sia una macchina termica a un compartimento

In sintesi, essi pensano che l’uomo sia simile a un calorimetro (o una locomotiva a carbone), e che la scelta del tipo di alimenti non abbia nessuna importanza, purché ingeriamo una quantità sufficiente di calorie

Viceversa, gli affascinanti studi di Cahill, Owen, Veech, Mattson e molti altri, hanno dimostrato che l’uomo è una macchina ibrida – dotato di 2 motori come la BMW I8 – e che funziona in modo ottimale quando brucia grassi e chetoni

Gli zuccheri – in particolare il glucosio – non sono un substrato energetico (carburante) ideale in organismi complessi come l’uomo, ma dovrebbero essere utilizzati come regolatori della nostra centralina metabolica

Dal fallimento di tutte le Diete allo Stile Chetogenico 46:58

Gli americani, un popolo pragmatico dotato di molto senso pratico, hanno deciso negli anni attorno al 1980, di lanciare un programma televisivo dal titolo The Biggest Loser (Vedi Figura), a cui potevano partecipare persone gravemente obese

Ogni concorrente poteva scegliere il tipo di dieta di suo gradimento e avrebbero vinto le centinaia di dollari in palio, coloro che avrebbero perso più peso nei sei mesi di durata dello show

I concorrenti adottarono le diete più disparate e più stravaganti… e a prescindere dal tipo di dieta, i vincitori riuscirono a perdere peso in modo spettacolare

La prima deduzione dei nutrizionisti e del pubblico fu: everything works (tutte le diete funzionano)

BUT… ma il diavolo si nasconde nei dettagli

Una giornalista decise di intervistare i vincitori dieci anni dopo, e scoprì con sgomento, che tutti avevano recuperato il peso perduto, e la maggior parte di essi era più obesa di prima!

Le deduzioni corrette sono:

  • Le diete non servono per perdere peso in modo sostenibile nel tempo: fallimento  di tutte le diete
  • Solo un cambiamento radicale dello stile di vita – soprattutto se hai una predisposizione genetica alla Resistenza insulinica e alle sue manifestazioni (Malattie nella Figura) – ti permette di perdere peso e iniziare una prevenzione efficace e duratura
  • Abbattere gli zuccheri (Stile Low-Carb) basta spesso a perdere peso BUT (ma)
  • Non basta a passare in Stato Chetogenico quando dobbiamo affrontare le sfide della vita
  • Questo Master ti fornisce le nozioni di base per avvicinarti al pianeta affascinante dei chetoni